Programma 2022

oltre le vette 2022

In questa pagina è disponibile il programma completo di Oltre Le Vette 2022.

Scopri quali sono gli eventi in calendario a Belluno dal 7 al 16 ottobre e gli appuntamenti dei giorni precedenti alla biblioteca Civica di Sedico e al Museo Etnografico della Provincia di Belluno e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi di Seravella – Cesiomaggiore.

Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito, con offerta libera, come spiegato nella pagina Oltre le Vette Spirit.

Anche quest’anno è consigliato registrarsi in anticipo: prenota subito il tuo posto, è facile e veloce!

PIEGHEVOLE 2022

Qui puoi trovare il libretto con il programma di Oltre Le Vette 2022. Se vuoi scaricarlo in formato pdf, clicca il seguente link:

SCARICA il libretto di Oltre Le Vette 2022 cliccando qui

PRENOTA gli eventi cliccando qui


PROGRAMMA completo degli eventi di OLTRE LE VETTE

Il calendario degli eventi di Oltre Le Vette 2022 è davvero ricco: sono oltre 40 gli appuntamenti in programma. Ecco di seguito il programma completo.

MERCOLEDÌ 5 OTTOBRE 2022 – Sedico

5 ottobre, ore 17.30 – Sedico, Biblioteca Civica

Inaugurazione della mostra fotografica I fotografi di un paese – volti e immagini del ‘900 in Val di Zoldo, di Agostino e Paolo Gamba Zampol.

Evento in collaborazione con il Comune di Sedico, la Biblioteca civica di Sedico, l’Associazione Mont de Vie e con il patrocinio del Comune di Val di Zoldo.

5 ottobre, ore 20.30 – Sedico, Biblioteca Civica / Auditorium

Nel centenario della nascita dello scrittore Luigi Meneghello lettura ad alta voce di alcuni brani del libro Libera nos a Malo, a cura de La compagnia del moccolo.

Evento in collaborazione con il Comune di Sedico e la Biblioteca civica.

Per informazioni rivolgersi alla Biblioteca: qui i contatti.


GIOVEDÌ 6 OTTOBRE 2022 – Seravella di Cesiomaggiore

6 ottobre, ore 18 – Museo Etnografico della Provincia di Belluno e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Inaugurazione mostra fotografica Emigrazione dalle Dolomiti nel Novecento e presentazione del libro

Presentazione del libro di Luciana Palla Emigrazione dalle Dolomiti nel corso del Novecento: storie di esodo da Colle Santa Lucia, Livinallongo e Rocca Pietore, editore Istitut Cultural Ladin Cesa de Jan e l’Abm – Associazione Bellunesi nel mondo.

Evento organizzato in collaborazione con il Museo etnografico della provincia di Belluno e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e con il patrocinio dei Comuni di Agordo e Cesiomaggiore.

Per informazioni rivolgersi al Museo Etnografico: qui i contatti.


VENERDÌ 7 OTTOBRE 2022 – Belluno

7 ottobre, ore 17.30 – Palazzo Bembo

Inaugurazione del festival e delle mostre di Palazzo Bembo

oltre le vette 2022 programma

Inaugurazione ufficiale della 26a edizione di Oltre le Vette – Metafore, uomini, luoghi della montagna.

Inaugurazione della mostra Alpimagia  Riti, leggende e misteri dei popoli alpini, fotografie di Stefano Torrione, testi di Daria Jorioz e Paolo Cognetti

Inaugurazione della mostra Natura 2000 nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi – Habitat, piante e animali a cura del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.

Evento aperto al pubblico, su prenotazione:


7 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

Presentazione Geotrail e docufilm con Anselmo Cagnati

La Fondazione Dolomiti UNESCO presenta il progetto Dolomites World Heritage Geotrail, un percorso in 47 tappe attraverso l’intero arcipelago fossile delle Dolomiti Patrimonio Mondiale, da quelle più occidentali – le Dolomiti di Brenta – a quelle orientali, ovvero le Dolomiti Friulane e d’Oltre Piave.

Evento a cura della Fondazione Dolomiti UNESCO e della Rete del Patrimonio Geologico.

Proiezione del film Tjikko, di Elena Bocchetti e incontro con Anselmo Cagnati.

Anselmo Cagnati è uno dei massimi esperti della criosfera a livello non solo nazionale ed ha ricevuto il premio speciale Dolomiti UNESCO al recente Pelmo d’Oro. In questo film è protagonista con Luca Fontana di una grande avventura con i cani da slitta nella Svezia settentrionale.

Il film mostra il fascino e la bellezza di questa attività, nonché la grandiosità dei paesaggi invernali del Grande Nord.


SABATO 8 OTTOBRE 2022

8 ottobre, ore 7 – Villa Montalban (Safforze, Belluno)

Meditazione silvestre con lo scrittore e poeta Tiziano Fratus

Nelle uscite mattutine Fratus guiderà i partecipanti a dare il benvenuto e salutare il giorno, per abitare il proprio spazio e il proprio tempo “possibilmente leggeri e districati”. Durata un’ora, con vestiario comodo, una stuoia o un tappetino da meditazione, un piccolo quaderno e una penna o matita.


8 ottobre, ore 9.30 – Vena d’Oro

Le sorgenti del bosco, passeggiata silvatica alla Vena d’Oro

Passeggiata alla scoperta di questo “luogo del cuore” dei bellunesi, in compagnia dello scrittore-poeta Tiziano Fratus e della guida naturalistica Anacleto Boranga.

Evento patrocinato dal FAI Giovani – delegazione di Belluno e dal Comune di Ponte nelle Alpi.

Si consigliano calzature adeguate ai tratti fangosi. Ritrovo presso il cancello del parco. Evento a numero limitato, fortemente consigliata la prenotazione.


8 ottobre, ore 9.00 – Sala “Bianchi”

Convegno “Il Piave e le sue acque. Ricerca di un equilibrio tra sfruttamento e qualità ambientali”

Introduzione di Roberto Padrin (Presidente Provincia di Belluno); Interventi di: Luigi D’Alpaos (DICEA Università di Padova, Consiglio Scientifico Fondazione G. Angelini); Giampaolo Bottacin (assessore alla Difesa del Suolo della Regione Veneto); Loris Tomiato (direttore A.R.P.A.V.). Coordina Luca Lucchetta.

Quali applicazioni della Direttiva europea sul Deflusso ecologico? Quali sono i problemi creati dall’evoluzione morfodinamica degli alvei alterata da una eccessiva regimazione? Quali i rapporti fra acque fluenti a valle di Nervesa e ricarica degli acquiferi sotterranei della pianura? Le concessioni in atto nel bacino del Piave sono compatibili con l’ambiente nelle loro attuali dimensioni?

Questi sono i temi dibattuti nel convegno organizzato dalla Fondazione G. Angelini-Centro Studi sulla Montagna con la Provincia di Belluno, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Belluno e la Federazione degli Ordini degli Ingegneri del Veneto.


8 ottobre, ore 16 – Palazzo Fulcis

Inaugurazione della mostra “Dino Buzzati – Dentro la creazione”

Esposizione per l’anniversario del 50° dalla morte di Dino Buzzati. Le tecniche pittoriche dell’artista, i supporti, l’evoluzione della firma, i temi via via affrontati nella sua intera opera grafico/pittorica.

A cura del Circolo Cultura e Stampa Bellunese e dell’Associazione Internazionale Dino Buzzati, nell’ambito del progetto Dino Buzzati: dalle ardite guglie dolomitiche alle dolci Prealpi.


8 ottobre, ore 18 – Palazzo Bembo

Dialogo tra gli scrittori Tiziano Fratus e Franco Faggiani sui temi della natura, il cambiamento climatico, i boschi, lo scrivere ispirati al ciclo delle stagioni, le tradizioni e le lingue delle montagne.

Franco Faggiani è autore di molti fortunati libri di narrativa e saggistica ambientati in montagna, titoli conosciuti e apprezzati dal pubblico come Non esistono posti lontani, Tutto il cielo che serve, Il guardiano della collina dei ciliegi, Gente di montagnaLa manutenzione dei sensi, opere tradotte in diversi paesi e vincitrici di importanti premi letterari.

L’incontro sarà anche l’occasione per parlare dell’ultimo suo lavoro Le meraviglie delle Alpi, edizioni Mondadori Electa Rizzoli, presentato a Belluno in prima nazionale per le zone alpine.


8 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

Alta quota: il coraggio del passo avanti, la responsabilità del passo indietro. Incontro con l’alpinista Denis Urubko. Interviene Vincenzo Torti, ex presidente nazionale del CAI – Club alpino italiano.

Denis Urubko, famoso alpinista di origine russa e naturalizzato polacco, è uno dei più forti himalaisti di sempre, con prestigiose salite sulle più alte montagne del mondo, comprese due prime invernali sugli ottomila.

Il suo curriculum è impressionante, da quando, nel 1999, vinse lo Snow leopard, attribuito a chi saliva le più alte cime della Russia, all’attribuzione del Piolet d’or nel 2010, al 2022 quando, salendo senza ossigeno tre ottomila in dieci giorni, arriva a quota 26 montagne sopra gli 8000 metri, scalate senza ossigeno. Tra queste ovviamente il K2, sulla cui cima, raggiunta lo scorso 29 luglio, ha festeggiato il suo quarantanovesimo compleanno. Da alcuni anni vive con la famiglia in Italia.

Vincenzo Torti è stato presidente generale del CAI dal 2016 al 2022, guidando quella che è probabilmente la più grande associazione italiana (oltre 330.000 iscritti) con capacità e sensibilità non comuni. Grande esperto degli aspetti legali delle professioni della montagna, è stato nominato Guida Alpina ad honorem e Socio onorario del Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico.

La serata è a cura della sezione del CAI “F. Terribile” di Belluno.


DOMENICA 9 OTTOBRE 2022

9 ottobre, ore 7 – parco di Mussoi

Meditazione silvestre con lo scrittore e poeta Tiziano Fratus

Nelle uscite mattutine Fratus guiderà i partecipanti a dare il benvenuto e salutare il giorno, per abitare il proprio spazio e il proprio tempo “possibilmente leggeri e districati”. Durata un’ora, con vestiario comodo, una stuoia o un tappetino da meditazione, un piccolo quaderno e una penna o matita. Ritrovo all’ingresso nord-est da via Cappellari (portale in pietra e mattoni).


9 ottobre, dalle 9 alle 13 – Archivio di Stato di Belluno

Domeniche di carta all’Archivio di Stato

In occasione delle Domeniche di carta l’Archivio di Stato aprirà al pubblico con la mostra e il laboratorio didattico Carte legate – Carte da legare, sulle legature d’archivio. Il laboratorio per grandi e piccini è finalizzato alla costruzione di un piccolo volume che poi i partecipanti potranno portarsi a casa.

Il laboratorio sarà connesso al patrimonio documentario d’Istituto, di cui sarà allestita una nutrita esposizione, selezionando gli esempi più significativi e peculiari di legature archivistiche, per evidenziare come – in un territorio prettamente montano – si utilizzassero spesso materie prime povere, ottenendo risultati a volte eclatanti.

Sarà possibile inoltre visitare il complesso monumentale della Confraternita di S. Maria dei Battuti, attuale sede dell’istituto.

Prenotazione obbligatoria presso Silvia Miscellaneo – Servizi promozione valorizzazione Archivio di Stato di Belluno, via S. Maria dei Battuti, 3 tel. 0437 940061 (lunedì – venerdì 8,30 -14,00) e-mail: as-bl@beniculturali.it


9 ottobre, dalle 10 alle 17 – Parco Città di Bologna

Arrampicata sugli alberi per bambini e ragazzi con le Guide Alpine

Le guide alpine Michele Barbiero e Francesco Tremolada offriranno a bambini e a ragazzi delle scuole elementari e medie la possibilità di arrampicare in sicurezza sugli alberi del parco, per riscoprire il gioco più antico dell’arrampicata nella natura. Iscrizioni sul posto.


9 ottobre, ore 18 – Palazzo Bembo

Dialogo tra gli scrittori Tiziano Fratus e Matteo Righetto sui temi del vivere in montagna, della narrazione delle vicende dei montanari, della natura e dei boschi.

Matteo Righetto è uno scrittore ben conosciuto dal grande pubblico, anche perché dal suo libro La pelle dell’orso è stato tratto un film molto noto. Altri suoi libri sono Apri gli occhi, I prati dopo di noi, Senza patria e l’ultimo uscito, La stanza delle mele.


9 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

Una vita. Lettura – concerto con Sandro Buzzatti e Flora Sarrubbo

Spettacolo tratto dal libro di Maria Giuliana Costa. Interventi musicali alla fisarmonica di Tommaso Zamboni.

Celeste e Anna sono i protagonisti del romanzo di Maria Giuliana Costa, e qui diventano i personaggi di uno spettacolo in cui l’emigrazione, i periodici ritorni, la speranza e, in fondo, l’illusione di una stabilità sono narrati con riferimento al destino comune di tante, tantissime famiglie della montagna veneta, soprattutto nella prima metà del Novecento.

La fisarmonica interviene a sottolineare i momenti più importanti dello spettacolo, dialogando con gli attori e creando un ponte emotivo con il pubblico.

La scrittrice e poeta Maria Giuliana Costa (1920 – 1999) era nata a San Tomaso Agordino e visse a lungo a Bolzano. Il romanzo Una vita è stato pubblicato dall’editore Manfrini nel 1985.


LUNEDÌ 10 OTTOBRE 2022

10 ottobre, ore 7 – Lambioi beach

Meditazione silvestre con lo scrittore e poeta Tiziano Fratus.

Durata un’ora, con vestiario comodo, una stuoia o un tappetino da meditazione, un piccolo quaderno e una penna o matita.


10 ottobre, ore 15 – Sala Polifunzionale del Centro Servizi della Casa di Riposo

Poesia degli Alberi, incontro con lo scrittore Tiziano Fratus. L’evento è vincolato dalle normative Covid
vigenti e riservato agli ospiti della casa di riposo cittadina.


10 ottobre, ore 18 – Sala Bianchi

Prigionieri del Nanga. Decolonize [deoxygenate] the mountains.

Una riflessione sull’himalaysmo contemporaneo, tra record e salite forzate, di e con Alberto Peruffo.
L’alpinista, attivista socioambientale, scrittore e artista Alberto Peruffo è stato ospite in più occasioni di Oltre le Vette. Nell’estate del 2022 è stato compagno ed ideatore della salita al Nanga Parbat, in Pakistan, dell’alpinista peruviano Cesar Rosales Chinchay, il primo alpinista delle cordillere andine, cresciuto nella Scuola di Andinismo Don Bosco dell’Operazione Mato Grosso italiana e diventato una delle migliori guide peruviane, in vetta all’Ottomila più difficile e ricco di storia.

Peruffo ha effettuato una spedizione davvero anomala, mettendosi al servizio di un nativo delle montagne del Perù su una cima simbolo dell’Himalaya, nel bel mezzo di spedizioni commerciali e alpinisti di fama internazionale. Un primo passo per decolonizzare l’alpinismo. A cominciare dall’ossigeno.

L’incontro offrirà una riflessione collettiva sull’himalaysmo contemporaneo tra tentativi di record, salite forzate, pressioni degli sponsor. In collaborazione con Casa di Cultura C.


10 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

Il grande viaggio – La via della seta, un viaggio in immagini e musica, di David Bellatalla e Stefano Rosati.

Intervento musicale dal vivo di Luciano Bosi, Patrizio Ligabue e Elisa Cattani con brani eseguiti su strumenti originali e raccolti nel cd allegato al libro In ascolto nomade, edito da Montura editing.

L’antropologo David Bellatalla torna a Belluno per presentare una delle sue opere più importanti, un ricco volume dedicato alle grandi vie carovaniere della Via della seta.

L’opera è davvero prestigiosa, un volume di grande formato con centinaia di fotografie a colori di Stefano Rosati, utili mappe dettagliate e i puntuali e preziosi commenti di Bellatalla su una lunga catena di paesi di un‘area oggi molto importante dal punto di vista geopolitico.

Senza contare l’arte, la cultura, le religioni di questa culla della nostra civiltà.

Il volume contiene anche una preziosa – e forse unica – carta fisica in grande formato della Via della seta, che viene giustamente definita Patrimonio dell’umanità.

La serata – concerto è realizzata con il sostegno di Montura editing, azienda che ha pubblicato il libro e che sostiene attivamente il progetto umanitario Una ger per tutti, coordinato in Mongolia dallo stesso David Bellatalla.


MARTEDÌ 11 OTTOBRE 2022

11 ottobre, ore 18 – Palazzo Bembo

Presentazione del libro Lessico delle montagne venete in età contemporanea, a cura di Filiberto Agostini, editore Franco Angeli.

Per conoscere l’ambiente e conservare la memoria: così recita il sottotitolo di questo volume che raccoglie il contributo di diciannove studiosi, oltre all’introduzione di Filiberto Agostini, docente di storia della Pubblica Amministrazione all’Università di Padova.

I temi sono di importanza storica e di stretta attualità, dalle acque ai confini, dalle foreste al turismo, alla religione, alle emigrazioni, ai parchi naturali, all’alpinismo, per un mosaico che consente una visione complessiva e non settoriale delle montagne del Veneto.

Intervengono Maurizio Busatta, Rita Da Pont, Cesare Lasen, Stefano Piazza.


11 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

Va’ Sentiero – La spedizione più lunga del mondo alla scoperta del Sentiero Italia

I giovani di Va’ Sentiero hanno percorso tutta l’Italia lungo sentieri famosi e altri dimenticati, ogni volta coinvolgendo giovani locali e nuovi camminatori. Camminare, scoprire, condividere: Va’ Sentiero è molto più di un viaggio. È un nuovo approccio alla montagna, il seme di un cambiamento, il primo passo di un lungo cammino da realizzare condividendo l’esperienza del camminare con gli abitanti dei luoghi attraversati e con chi ha voluto unirsi ai viandanti.

L’associazione, tra le altre cose, dal 2019 al 2021 ha ripercorso interamente il Sentiero Italia, 7.850 km, 350.000 metri di dislivello positivo, 20 regioni, 16 parchi nazionali e 364 tappe, documentando il tutto in una guida digitale con tracce, info tecniche e culturali, foto e video. Una finestra aperta su un patrimonio inestimabile, perché Il Sentiero Italia è un lungo filo rosso che unisce tutto lo Stivale, un vero caleidoscopio delle montagne italiane. Come in un famoso film la spedizione è stata partecipativa e migliaia di persone hanno camminato con i ragazzi di Va’ Sentiero.

La serata è organizzata con il sostegno di Montura editing.


MERCOLEDÌ 12 OTTOBRE 2022

12 ottobre, ore 18 – Palazzo Bembo

Matteo Melchiorre legge alcuni brani del suo libro Il Duca. Interventi musicali di Tommaso Sogne (violino) e di Nelso Salton (contrabbasso).

Questo romanzo, edito da Einaudi e ambientato in una media montagna tanto riconoscibile quanto universale, sta riscuotendo grande successo tra i critici e i lettori. L’autore affronta i temi della voce del sangue e del dilemma che vivono tanti giovani, quello tra andare in un mondo pieno di opportunità o restare in una dimensione ricca di certezze ma, spesso, non davvero conosciuta.

L’incontro è presentato da Flavio Faoro.

Attenzione: l’evento si terrà a Palazzo Bembo, in via Loreto 32.


12 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

Proiezione di film dal Trento Film Festival 2022

The traverse, di Ben Tibbetts e Jake Holland, Francia, 34’.
Affrontando un percorso di alta difficoltà, Valentine Fabre e Hillary Gerardi, due atlete di livello mondiale, vogliono essere le prime donne a percorrere nonstop con gli sci la Haute Route da Chamonix a Zermatt. Insieme partono per questa traversata di 100 km su alcuni dei più bei terreni d’alta montagna del mondo. Saranno sufficienti i mesi di allenamento per permettere alle due donne di stabilire il record?

Zari, di Arman Gholipour Dashtaki, Iran, 28’.
Zari è una donna di campagna che vive nell’Iran occidentale. A 11 anni i genitori l’hanno costretta a sposare un uomo di 25 anni. Lei però è diversa dalle altre donne di campagna: guida un camioncino e distribuisce bombole di gas agli abitanti della vallata. Il film ha vinto il Premio Amelia de Eccher all’ultimo Trento Film Festival.

The icefall doctor, di Sean Burch, Nepal, 54’.
Gli “icefall doctors” sono tra gli Sherpa più coraggiosi dell’Everest. Il loro lavoro quotidiano consiste nel rischiare la morte camminando attraverso la gigantesca cascata di ghiaccio del Khumbu, per mettere in sicurezza il percorso e consentire agli alpinisti occidentali di tentare di raggiungere la cima. Angnima Sherpa, il primo “icefall doctor”, ha svolto questo lavoro per oltre 30 anni.


GIOVEDÌ 13 OTTOBRE 2022

13 ottobre, ore 17 – Palazzo Bembo

Convegno #Vivereinrifugio

Dopo il lancio della campagna di sensibilizzazione della Fondazione Dolomiti UNESCO al Trento Film Festival, a Belluno un primo bilancio della stagione 2022.

Tra un video e l’altro i rifugisti metteranno in luce gli aspetti più duri e quelli più appaganti del loro lavoro e racconteranno come #vivereinrifugio rappresenti uno strumento di avvicinamento lento alla montagna, grazie ai piccoli spaccati di quotidianità mostrati e narrati in prima persona: dall’approvvigionamento idrico ai rifornimenti, dalla manutenzione dei sentieri all’accoglienza di ospiti sempre più esigenti.

Lo scopo di #vivereinrifugio è favorire la comprensione da parte degli escursionisti del delicato contesto ambientale in cui vive e lavora il rifugista, incentivando così comportamenti virtuosi da parte dei visitatori.

L’incontro è moderato dal giornalista Giambattista Zampieri, con la partecipazione della direttrice della Fondazione Dolomiti UNESCO Mara Nemela e di alcuni rifugisti provenienti da tutto l’arco dolomitico.

Evento a cura della Fondazione Dolomiti UNESCO.


13 ottobre, ore 18.30 – Sala Bianchi

Presentazione del docufilm Insostenibile, un viaggio lungo l’Altavia Dolomiti Bellunesi

È possibile un turismo sostenibile nell’ultimo angolo di Dolomiti rimasto ancora selvaggio? Con questo interrogativo due amici partono per un’avventura a piedi sull’Alta Via delle Dolomiti Bellunesi, da casa di Santi Padros, guida alpina, spagnolo trasferito in Val di Zoldo, a casa di Diego Toigo, istruttore del CAI di Feltre.

Lungo il percorso incontreranno altri amanti di quelle montagne per condividere la loro passione.

Il docufilm è stato realizzato da Ruggero Arena e Pietro Bagnara, con la collaborazione di Lorenzo Barutta.

L’evento è organizzato in collaborazione con il CAI sezione di Feltre.


13 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

A qualcuno piace caldo – conferenza spettacolo sul clima che cambia, con Stefano Caserini e il musicista Erminio Cella. Regia di Francesca Cella.

Evento realizzato con il sostegno della Fondazione Dolomiti UNESCO e in collaborazione con Scuole in rete, Associazione Gruppi “Insieme si può”, Cantiere della Provvidenza.

Lo spettacolo affianca al racconto scientifico di Stefano Caserini (titolare del corso di Mitigazione dei cambiamenti climatici al Politecnico di Milano), effettuato con immagini, animazioni, musica e video, l’analisi di come individualmente e collettivamente stiamo affrontando o potremmo affrontare la questione climatica.

L’esecuzione al pianoforte di brani della colonna sonora del film di Billy Wilder e altri classici brani jazz accompagnano le animazioni dell’andamento delle concentrazioni di gas serra e delle temperature del pianeta, o la riduzione dei ghiacci marini dell’artico.

Il caldo del jazz e l’ironia e le immagini di Marilyn Monroe sono lo sfondo per capire quanto sia scottante la questione climatica, permettono di avvicinarsi alla sua grande dimensione etica, aiutano a riflettere su come affrontiamo le questioni ecologiche nella nostra vita quotidiana.


VENERDÌ 14 OTTOBRE 2022

14 ottobre, ore 10.30 – Teatro comunale

A qualcuno piace caldo – conferenza spettacolo sul clima che cambia, con Stefano Caserini e il musicista Erminio Cella. Regia di Francesca Cella. Replica per le scuole secondarie di primo e secondo grado (superiori e medie)

Evento realizzato con il sostegno della Fondazione Dolomiti UNESCO e in collaborazione con Scuole in rete, Associazione Gruppi “Insieme si può”, Cantiere della Provvidenza.

I referenti delle scolaresche e delle classi interessate a partecipare possono inviare una mail a oltrelevette@comune.belluno.it per comunicare la propria adesione all’evento, anziché compilare la registrazione online su questa piattaforma.


14 ottobre, ore 18 – Palazzo Bembo

Prima presentazione nazionale del libro Nirvana 6, di Roberto Totaro, editore Comix F.C.Panini.

Il libro è la continuazione della fortunata serie Nirvana disegnata e scritta dal fumettista bellunese, che quest’anno è anche creatore dell’immagine ufficiale della 26° edizione di Oltre le Vette.

Tra le altre opere dell’autore, in arte TOT, La Gazzetta della Giungla, L’uomo della strada, Necronomicomix.

L’autore dialogherà con Mauro Smocovich.


14 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

Arrampicare libera. Serata con l’alpinista Nick Bullock, per la prima volta in Italia.

Figlio della working class inglese, Bullock si trova a poco più di vent’anni con un lavoro sicuro (secondino in un carcere di massima sicurezza) e una prospettiva di vita segnata. Scoperta l’arrampicata per superare con lo sport un problema fisico, ne diventa fanatico praticante, licenziandosi dal lavoro per scalare pareti su pareti, dormendo in un pulmino in giro per il mondo. Oggi è uno dei più forti alpinisti britannici della sua generazione. Il libro omonimo è pubblicato dall’editore Versante Sud. Conduce Agnese Blasetti.

Consegna del Premio Fondazione Silla Ghedina

Fiaba della Sera – Beber e Baù

La serata inizierà con la consegna del Premio Fondazione Silla Ghedina per la miglior via alpinistica aperta in Dolomiti nel 2021 – XVIII edizione. Premiati Alessandro Baù e Alessandro Beber per la via Fiaba della sera sulla parete est della Pala di san Martino. Menzione speciale per gli alpinisti Luca Vallata, Davide Cassol e Giacomo De Menech nonché per Diego Toigo e Santiago Padros. Conduce la premiazione Michela Canova.


SABATO 15 OTTOBRE 2022

15 ottobre, ore 9.30 – Teatro comunale

Convegno sul tema OLV 2022: La montagna, limiti e libertà.

Coordinamento di Diego Cason. Interventi di Alessandro Gogna, Angela Moriggi, Antonello Pasini, Rinaldo Ottone.

Lo spazio montano offre molte opportunità di scelta, il che è sinonimo di libertà. Questo concetto è strettamente connesso a quello che definisce i suoi limiti. La ricerca scientifica, ad esempio, è manifestazione della libertà umana nel cercare cause, sistemi e scopi del mondo che ci ospita.

Tuttavia la stessa ricerca scientifica che gode di questa grande libertà, una volta che trasferisce le conoscenze acquisite alla tecnologia, che le trasforma in merci, trasforma anche il modo di vedere il mondo e noi stessi.

La potenza acquisita mediante infiniti strumenti tecnologici ci pone oggi nella condizione di superare limiti che sarebbe meglio rispettare, per salvaguardare le condizioni della vita dell’uomo su questo pianeta.

Ci aiuteranno nell’affrontare gli ostici temi oggetto del convegno di quest’anno il fisico Antonello Pasini, la sociologa Angela Moriggi, il teologo Rinaldo Ottone e l’alpinista Alessandro Gogna, nel tentativo di individuare un nuovo paradigma, che ci permetta di interpretare diversamente dal passato il nostro ruolo, rispettando l’equilibrio biologico delle altre forme di vita terrestri, dalle quali dipende la nostra sopravvivenza come specie.

L’evento è organizzato in collaborazione con la Fondazione Dolomiti UNESCO.

I referenti delle scolaresche e delle classi interessate a partecipare possono inviare una mail a oltrelevette@comune.belluno.it per comunicare la propria adesione all’evento.


15 ottobre, ore 18 – Palazzo Bembo

Incontro con lo scrittore Paolo Malaguti e presentazione del libro Il Moro della cima

Paolo Malaguti è uno scrittore di origine veneta e la sua regione, dal mare alle montagne, fa spesso da sfondo ai suoi ormai numerosi libri, opere di successo (il romanzo Se l’acqua ride, ad esempio, ha vinto il Premio selezione Campiello) e molto apprezzate dai lettori.

Le sue storie sono sempre documentate con precisione, avvincenti, narrate con una scrittura semplice e molto efficace. Ne Il Moro della cima racconta la storia di Agostino Faccin, detto Il Moro, primo custode del rifugio sul Monte Grappa – anzi, sulla Grapa, come si chiamava fino a inizio Novecento – un uomo che ha attraversato le vicende del secolo, passando da una montagna vissuta solo dai malgari con i loro animali, alla nascita dell’escursionismo, alla Grande Guerra, al Fascismo, mantenendo il legame profondo con un mondo alpestre ormai definitivamente mutato.

L’autore dialogherà con Flavio Faoro.


15 ottobre, ore 21 – Teatro comunale

Come si fanno le cose – Spettacolo teatrale

Di e con Marco De Martin Modolado e Luigi Budel, regia di Cristina Gianni. Lo spettacolo è tratto dal romanzo di Antonio G. Bortoluzzi, editore Marsilio.

Prima assoluta nazionale.

Evento organizzato in collaborazione con la rassegna Il mese del libro e con il patrocinio del Comune di Alpago.

I due protagonisti, Valentino e Massimo, amici e colleghi di fabbrica, progettano, attraverso un furto con destrezza, di realizzare il sogno della loro vita: abbandonare il logorio e le miserie della fabbrica e rilevare l’agriturismo “Monteparadiso” nella foresta del Cansiglio.

Guarda il video promo dello spettacolo “Come si fanno le cose”

DOMENICA 16 OTTOBRE 2022

16 ottobre, ore 9.30 – Nevegal

Nel silenzio del bosco tra piante centenarie. Passeggiata naturalistica con Ivano Caviola, dottore forestale, e Ivan Ducapa, alpinista.

Facile escursione della durata di circa un’ora in cui si parlerà di boschi, alberi e legno. Si descriverà il paesaggio vegetale ipotizzando l’esistenza di un sistema di collegamenti sotterranei tra i vegetali, concentrandosi poi sulle specie arboree dei nostri boschi.

Si consiglia abbigliamento da escursione in montagna.

Ritrovo ore 9,30 a Pian dei Longhi, presso il parcheggio del Centro Sportivo Paolo Valenti.


16 ottobre, ore 11 – Palazzo Bembo

Presentazione del progetto dedicato alla valorizzazione dell’archivio Piero Rossi a cura della Fondazione G. Angelini – Centro Studi sulla Montagna e del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

Interverrà il presidente del PNDB dr. Ennio Vigne.

Il progetto costituisce un lungo percorso che ha permesso di approfondire la figura e il ruolo di Piero Rossi nella tutela e nella promozione del patrimonio ambientale e culturale della provincia bellunese, attraverso la documentazione d’archivio che è conservata in Fondazione.

Tra i risultati più tangibili del progetto, che ha portato a catalogare e digitalizzare buona parte del fondo di Piero Rossi, la costruzione della web app che accompagna in un viaggio virtuale tra immagini, disegni e documenti di Piero Rossi e le attività di tutela promosse in questi anni dal Parco nel territorio montuoso tanto caro all’alpinista bellunese. La web app è consultabile direttamente dalle pagine della Fondazione e del Parco.


16 ottobre, ore 17 – Sala Bianchi

Presentazione del progetto Uomini e montagne, a cura della Fondazione G. Angelini – Centro Studi Sulla Montagna e della SAT – Società degli alpinisti Tridentini.

Il progetto presenta un sito web con le biografie di alpinisti e alpiniste protagonisti degli archivi storici delle due istituzioni culturali. Accanto alle biografie incontriamo mappe narrative (story maps) che guidano all’esplorazione delle ascese nei diversi gruppi montuosi.

Si tratta di brevi viaggi virtuali che raccontano passo passo le memorabili vicende di questi protagonisti della storia dell’alpinismo. Infine, alcuni approfondimenti che nascono dagli archivi, l’alpinismo femminile, l’approccio scientifico all’alta quota e l’attività dei pionieri dell’esplorazione delle Dolomiti.


16 ottobre, ore 19 – Palazzo Bembo

Incontro con Dierdre Wolownick, madre di Alex Honnold, e presentazione del libro Storia di una mamma – In cordata con Alex, Mulatero editore

Honnold è uno degli alpinisti in attività più forti del mondo, conosciuto anche dal grande pubblico per il film vincitore di un premio Oscar Free solo che ha documentato la sua scalata solitaria del 2017 della via su El Capitan, nella Yosemite Valley. Una vita straordinaria, anche quella della mamma Dierdre, piena di esperienze forti, anche in età non più giovane.

Insegnante di lingue, appassionata di musica, solo a 54 anni ha deciso di dare una svolta alla propria esistenza, dedicandosi prima alla corsa e poi, attratta dalle imprese del figlio, all’arrampicata. A 58 anni ha posato per la prima volta le mani sulla roccia, a 66 anni è riuscita nell’impresa di essere la donna più anziana a scalare El Capitan. Nel libro, che può essere di grande ispirazione per molte persone, racconta la propria storia in cui si alternano racconti dell’infanzia di Alex Honnold con il percorso di vita della mamma, fino al liberatorio epilogo finale.

L’autrice dialogherà con Francesco Vascellari.


16 ottobre, ore 21 – Teatro Comunale

Serata concerto Suonando a Loris…: concerto tributo a Loris Tormen a 10 anni dalla scomparsa

Gli Al Tei propongono una serata musicale seguendo il filo dei brani che, per i motivi più diversi, li hanno uniti a Loris Tormen, seguendo i propri ricordi personali.

Intervengono:

Andrea Da Cortà: bouzouki, organetto, chitarra, cornamusa

Pina Sabatini: chitarra, voce

Annachiara Belli: violino

Sandro Del Duca: flauti, voce

Nelso Salton: contrabbasso

Presenta la serata Guido Beretta.


[Pagina in aggiornamento!]